GLI OCCHI DELLA GRANDE GUERRA

- dal 20/10 all’8/11/2018: Brescia - Palazzo Loggia

- dal 1/12/2018 al 5/1/2019: Urago d’Oglio - Villa Zoppola/Martinengo

- luglio e/o agosto 2019: Altopiano di Asiago - Cesuna di Roana - Teatro “A. Palladio”

A cura di Stefano Aluisini - Ezio Avaldi e Ruggero Dal Molin per UNUCI Brescia

Per la conclusione del Centenario della Grande Guerra, tra le varie attività visibili sul sito memoriaestoria.it oltre che sugli altri nostri websites (quello dell'Archivio Storico Dal Molin di Bassano del Grappa e della ns. A.S.C. Fronte Sud Altopiano Sette Comuni di Cesuna - VI), vi sono le nostre proposte previste dal calendario stilato il marzo scorso da Prefettura con Assoarma per la Provincia di Brescia. Se l’ elevazione dell'Adamello a "Vetta Sacra alla Patria" è stato il culmine delle varie iniziative sul territorio bresciano, la rassegna "Gli occhi della Grande Guerra" ne rappresenta l’evento finale: realizzata per la Sez di Brescia dell'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia (UNUCI), riepiloga diversi tratti di fondo della Grande Guerra, divisi in alcune sezioni tematiche, tramite scatti che privilegiano il volto dei protagonisti di allora. Cinquanta immagini che provengono sia da collezioni pubbliche che private nelle cui immagini sono sempre ritratti soldati e infermiere, italiani o stranieri, nei luoghi e nei frangenti che li videro allora protagonisti nella Grande Guerra. Alcuni diventarono personaggi famosi, altri saranno destinati a una tragica fine poco tempo dopo lo scatto di quella fotografia, ma molti rimasero sconosciuti e di essi ignoriamo le sorti. Volti segnati da temi poi drammaticamente emersi sotto l'inarrestabile spinta degli eventi e che durante quel conflitto travolsero le loro vite: il coraggio, l'orgoglio, la solidarietà, la pietà, la sofferenza e infine - inesorabilmente, senza volto e senza occhi, la morte.  


In ricordo della mostra è stato poi realizzato in un numero limitato di copie non destinate alla distribuzione ordinaria un libro-catalogo fotografico del tutto autofinanziato dagli autori, non destinato alla vendita, il quale consentirà come sempre all’UNUCI di Brescia di ricevere altri contributi per progetti in Memoria dei Caduti della Grande Guerra:

info-mail:   

memoriaestoria.it@gmail.com   

sez.brescia@unuci.org

021 OPACO soldato tedesco pickelhaube elmetto a chiodo.jpg

Hanno contribuito alla mostra con immagini dai propri archivi:

MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI (Roma)

ARCHIVIO STORICO DAL MOLIN (Bassano del Grappa)

COLLEZIONE MAURIZIO LODI (Mantova)

COLLEZIONE STEFANO ALUISINI (Brescia)

COLLEZIONE GIACOMO BOLLINI (Bologna)

COLLEZIONE GIANFRANCO BELGI (Arzignano - VI)

AEROPHOTO - LUIGINO CALIARO (Monteviale - VI)

manifesto urago.jpg

La seconda edizione della mostra è stata portata dalla Sezione UNUCI di Brescia al Comune di Urago d’Oglio - con il quale è stato instaurato uno splendido rapporto di collaborazione - grazie al coordinamento del Sindaco Avv. Antonella Podavitte e con il supporto tecnico della Giunta. La mostra viene ospitata a Urago nella prestigiosa location di Villa Zoppola-Martinengo, secondo principale antico edificio dopo il castello trecentesco attorno al quale si è sviluppato nei secoli il borgo che si è poi esteso con l’attuale abitato. Villa Zoppola, con uno splendido parco, nella parte adiacente modernamente ristrutturata, ospita oggi la Scuola Media e i suoi oltre centocinquanta studenti; alle classi Terze la mostra sarà presentata in anteprima tramite una conferenza a tema a sfondo letterario e fotografico. La sincera condivisione del Centenario della Grande Guerra con il Comune di Urago d’Oglio vedrà anche, durante la concessione di una serie di Borse di Studio istituite dall’Amministrazione, la consegna di una copia del nostro libro “Il Milite Ignoto” ai ragazzi più meritevoli durante un incontro pressso la Sala Civica nel quale saranno proposta anche immagini della Grande Guerra oltre alla storia di alcuni Caduti del paese nel primo conflitto mondiale. Si ringrazia lo staff tecnico del Comune di Urago d’Oglio e l’intera Giunta con tutti i suoi collaboratori tecnici grazie alla cui professionalità è stato possibile realizzare questi eventi (servizio foto video Camillo Mazzoleni - Life Video Foto Brescia e Massimo Gozzini - Urago d’Oglio). Si ringrazia inoltre il Prof. Riganò - Ten. dell’Arma di Artiglieria in Congedo, docente di matematica della Scuola “S. Quasimodo” di Urago d’Oglio per l’attivo coordinamento e la Fanfara dei Bersaglieri di Orzinuovi per la sfilata di domenica 2 dicembre.