GLI OCCHI DELLA GRANDE GUERRA

- dal 20/10 all’8/11/2018: Brescia - Palazzo Loggia

- dal 1/12/2018 al 5/1/2019: Urago d’Oglio - Villa Zoppola/Martinengo

- luglio e/o agosto 2019: Altopiano di Asiago - Cesuna di Roana - Teatro “A. Palladio”

A cura di Stefano Aluisini - Ezio Avaldi e Ruggero Dal Molin per UNUCI Brescia

Per la conclusione del Centenario della Grande Guerra, tra le varie attività visibili sul sito memoriaestoria.it oltre che sugli altri nostri websites (quello dell'Archivio Storico Dal Molin di Bassano del Grappa e della A.S.C. Fronte Sud Altopiano Sette Comuni di Cesuna - VI), vi sono le nostre proposte incluse nel calendario stilato il marzo scorso da Prefettura e Assoarma per la Provincia di Brescia. Se l'elevazione dell'Adamello a "Vetta Sacra alla Patria" è stato il culmine delle iniziative coordinate sul territorio bresciano, la nostra rassegna fotografica intitolata "Gli occhi della Grande Guerra" ne rappresenta l’evento finale. Realizzata per la sezione di Brescia dell'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia (UNUCI), riepiloga i tratti di fondo della Grande Guerra, divisi in varie sezioni tematiche, tramite scatti che privilegiano il volto dei protagonisti di allora. Si tratta di una cinquantina di immagini provenienti da collezioni pubbliche e private nelle quali sono ritratti soldati e infermiere, italiani o stranieri, nei luoghi e nei frangenti che li videro protagonisti durante la Grande Guerra. Alcuni divennero poi personaggi famosi, altri erano destinati a una tragica fine poco dopo lo scatto di quella fotografia, molti sono rimasti sconosciuti e di essi ignoriamo le sorti. Tutti però riflettono il denominatore comune di temi drammaticamente emersi sotto l'inarrestabile spinta degli eventi che durante il conflitto così travolsero le loro vite: il coraggio, l'orgoglio, la solidarietà, la pietà, la sofferenza e infine - inesorabilmente, senza volto e senza occhi, la morte.  

E’ stato inoltre realizzato in un numero limitato di copie un libro-catalogo fotografico del tutto autofinanziato, non destinato alla vendita, il quale consentirà ad UNUCI Brescia di raccogliere contributi per la Memoria dei Caduti nella Grande Guerra:

info-mail:   memoriaestoria.it@gmail.com   oppure   sez.brescia@unuci.org

Hanno contribuito alla mostra con immagini dai propri archivi:

MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI (Roma)

ARCHIVIO STORICO DAL MOLIN (Bassano del Grappa)

COLLEZIONE MAURIZIO LODI (Mantova)

COLLEZIONE STEFANO ALUISINI (Brescia)

COLLEZIONE GIACOMO BOLLINI (Bologna)

COLLEZIONE GIANFRANCO BELGI (Arzignano - VI)

AEROPHOTO - LUIGINO CALIARO (Monteviale - VI)

L’inaugurazione al Salone Vanvitelliano si tenuta alla presenza di numerose autorità, con il Comune di Brescia rappresentato dall’Ass. Valter Muchetti e la Provincia di Brescia nella persona del Consigliere Diego Peli. Presente anche il Sindaco di Urago d’Oglio con alcuni membri della Giunta, Comune che ospiterà la prossima edizione di questa mostra e, come sempre, il nostro caro Dott. Giacomo Bollini del Comitato Memorie di Pietra della Grande Guerra al quale il pubblico ha tributato un meritato applauso per la felice conclusione del progetto di restauro a Kamno (Slovenia). All’esterno della Loggia e in sala i Rievocatori della 62a Compagnia Battaglione Alpini “Bassano” del 6° Reggimento comandati dal Ten. Natalino Meneghin. Una notevole cornice di pubblico ha sottolineato con un lungo meritato applauso il discorso dell’Ass. Muchetti e del Presidente dell’UNUCI Brescia Andrea Polo. La prima visita guidata per il pubblico e le autorità presenti è stata condotta dal Consigliere Ten. Stefano Aluisini di UNUCI Brescia. Si ringrazia il personale tecnico del Comune di Brescia per il supporto prestato anche durante le visite del pubblico la cui affluenza ha poi superato il migliaio di presenze, inclusa una dozzina di scolaresche di vari Istituti bresciani (Media “J. Kennedy” - Brescia, Istituto Comprensivo Est 3 Buffalora/Caionvico, e Istituto Tecnico “Moretto” - Brescia) con i loro Insegnanti che ringraziamo per la sensibilità. Oltre 26.000 le persone raggiunte tramite la pagina Facebook dedicata su Memoriaestoria e che in oltre un migliaio di casi hanno espresso il loro gradimento all’iniziativa.

Il servizio foto-video è stato realizzato dalla Life Video Foto - Camillo Mazzoleni - Brescia, oltre all’amico Ten. G. Arch. Stefano Molgora per il suo ulteriore contributo fotografico e a fotografie di Stefano Aluisini.

Il picco di affluenza presso la mostra si è registrato nella giornata del 4 novembre contestualmente alla cerimonia ufficiale tenutasi nella sottostante Piazza della Loggia che ha visto una delle cornici di pubblico e di reparti più suggestive mai ospitate in queste ricorrenze. Tra le varie rappresentanze e i reparti disposti nella piazza, il corteo e lo schieramento erano integrati da un gruppo di rievocatori della Ass.ne Culturale “Cenni Storici” di Castegnato (BS) - Fanti, Alpini, Infermiere Volontarie - i quali al termine della cerimonia, nel pomeriggio, sono stati ospiti della mostra di UNUCI Brescia “Gli occhi della Grande Guerra” allestita nel sovrastante salone Vanvitelliano.