GUIDA AI CAMPI DI BATTAGLIA DELL'ALTOPIANO DEI SETTE COMUNI

ITINERARI GRANDE GUERRA - MONTE ZEBIO (VOL. IV)

di Mario Busana, Stefano Aluisini e Ruggero Dal Molin (Gaspari Editore)

Soprattutto per chi ha letto il famoso libro “Un anno sull’Altipiano di Emilio Lussu”, il nome del Monte Zebio risuona tragicamente familiare perché indissolubilmente legato alla Brigata “Sassari” (151° e 152° Reggimento Fanteria) che con il suo eroismo fu qui protagonista di pagine leggendarie. Si ripercorrono così i luoghi testimoni degli assalti più drammatici tra le trincee maggiormente contese dell’Altopiano di Asiago, sulle quali infierirono le artiglierie e le mine fatte brillare nel tentativo di annientarne gli strenui difensori. E con i Fanti Sardi, molti dei quali ancora riposano tra queste cime, rivivrete come per la conquista delle imprendibili postazioni austroungariche tra i Monti Zebio, Interrotto e Mosciagh. Qui si immolarono i migliori reparti dell’Esercito Italiano, tra i quali la gloriosa Brigata “Catanzaro”, sacrificatasi in un disperato assalto proprio su Mosciagh e che fu all'origine del famoso motto “la baionetta ricuperò il cannone”. Gesta di eroismo collettivo e individuale che ci riportano ad altre figure di ufficiali divenute epiche, oltre a quella indimenticabile del Capitano Emilio Lussu, come il “Capitano Santo” Guido Negri o il Col. Eugenio Di Maria, uomini che persero la loro vita tra queste montagne insieme a migliaia di loro compagni di entrambi gli eserciti.

Un sacrificio ricordato dai tanti piccoli cimiteri silenziosamente custoditi nelle incantevoli radure tra gli abeti e che incontrerete lungo questo itinerario dal ricordo indimenticabile. Luoghi nei quali non di rado si incontrano affianco a queste anche le testimonianze di un'altra guerra e della sua Resistenza, fuse dal tempo in un unico monito e nella medesima riflessione sulla tragedia della guerra e della violenza.

 

ISBN: 978-88-7541-540-2